Wednesday, December 19, 2007

SoloMacello, come tutti i rincoglioniti avranno capito, festeggia trent'anni. Volevo dire due. SoloMacello è un'entità indipendente, tant'è che, come vedete, non ci sono link sulla colonna di destra. Non ci sono perchè non siamo i soliti pezzenti che fanno gli elitari e gli esclusivi e poi riempiono il blog di bottoni e banner per mendicare visite. Come se più stronzi che vengono a leggere le vostre cacate dessero loro un senso di legittimità. SONO STRONZATE E STRONZATE RESTANO.Ma un minimo di cameratismo lo proviamo anche noi. Non per simpatia o calore umano. Per ridere dei poveri scemi che vengono qui, vogliono fare i simpatici e lasciano dei commenti per ingraziarsi la Sacra Corona Unita Del Metal: UPDATE: LA 'NDRANGHETA del METAL. Tipo questo. Il messaggio è: non fate ridere. Lasciate perdere. Possibilmente toglietevi la vita.E per festeggiare i trent'anni di SoloMacello inauguriamo oggi una serie di post all'interno della quale i nostri "amici" (SoloMacello non ha amici. Solo conoscenti, tipe e nemici.) ci raccontano una loro esperienza metal o un loro ascolto metal, che vengono poi passati ai raggi XXX dall'occhio che tutto vede e tutto comprende di SoloMacello. Quello che ne esce è la solita latrina, ma abbiamo infamato qualcuno facendogli credere che lo volevamo a far festa con noi.


Lo scemo di turno oggi è Nonsischerzapiù

Il suo contributo, al quale non abbiamo cambiato nulla, nemmeno il nome del gruppo scritto sbagliato:

Sun O )))
Black One
Southern Lord

Forse questo è il disco per il metallaro che cerca di imbarcare una tipa: sarà che sono andati sulla copertina di Wire, sarà che vanno in giro co ste tuniche nere che alla fine potrebbero essere tipo una felpa col cappuccio extralarge, sarà che il titolo del disco tutto sommato sobrio lì fa sembrare delle persone normali. Lo vedete lì in strada? Con la sua maglietta nera da sfigato, magari quella degli Iron perché le altre leggermente meno trucide sono tutte a lavare che c’era stata la pizzata con i compagni delle superiori la settimana scorsa. Quando il metallaro parla dei Sun O))) lo fa per illudersi di essere inserito, oppure di non esserlo affatto (a seconda se sia un black metallaro o un power metallaro credo) fa il gesto delle corna un paio di volte ed è subito felice. Tenero lui, te lo metteresti sulle ginocchia se non tentasse di mordere. Magari quando ve ne parla vi dice “è un magma pulsante di vibrazioni escatologiche” oppure “è un disco pettinato” (dipende sempre dalla distinzione di prima) ma in verità non ci crede per un cazzo. Anzi ve la dirò tutta, il metal non esiste, come le mestruazioni delle donne, o l’esperanto: si tratta di un complotto ordito da un mucchio di persone di cultura modesta e grandi bestemmiatori. Gli Alpini forse l’avrebbero potuto inventare, invece credo sia stato Tolkien che in quanto primo nella storia ad essersi eccitato parlando di dragoni, elfi e simboli mistici è a tutti gli effetti il primo metallaro della storia. E’ tutto vero, l’ho letto su Wikipedia.

Voto: molti nemici molto onore

La risposta di Solomacello? Scarica il brano musicale misterioso!

Wednesday, November 28, 2007
















E' brasiliano quindi negro.
E' milanista quindi fascio.
E' religioso quindi appezzi.
Si fa la doccia almeno 4 volte la settimana con 30 maschi quindi gay.
Serve altro?

Monday, November 05, 2007


SoloMacello, come tutti i rincoglioniti avranno capito, festeggia trent'anni. Volevo dire due. SoloMacello è un'entità indipendente, tant'è che, come vedete, non ci sono link sulla colonna di destra. Non ci sono perchè non siamo i soliti pezzenti che fanno gli elitari e gli esclusivi e poi riempiono il blog di bottoni e banner per mendicare visite. Come se più stronzi che vengono a leggere le vostre cacate dessero loro un senso di legittimità. SONO STRONZATE E STRONZATE RESTANO.Ma un minimo di cameratismo lo proviamo anche noi. Non per simpatia o calore umano. Per ridere dei poveri scemi che vengono qui, vogliono fare i simpatici e lasciano dei commenti per ingraziarsi la Sacra Corona Unita Del Metal: UPDATE: LA 'NDRANGHETA del METAL. Tipo questo. Il messaggio è: non fate ridere. Lasciate perdere. Possibilmente toglietevi la vita.E per festeggiare i trent'anni di SoloMacello inauguriamo oggi una serie di post all'interno della quale i nostri "amici" (SoloMacello non ha amici. Solo conoscenti, tipe e nemici.) ci raccontano una loro esperienza metal o un loro ascolto metal, che vengono poi passati ai raggi XXX dall'occhio che tutto vede e tutto comprende di SoloMacello. Quello che ne esce è la solita latrina, ma abbiamo infamato qualcuno facendogli credere che lo volevamo a far festa con noi.


Stavolta tocca a http://thereisnoending.blogspot.com/


Iron Maiden "The Number of The Beast"

E' andata così, o "The Numer of The Beast" o "Nevermind". Era il 1992, giocavo a pallanuoto, che di per sé è una cosa molto metal, ed un mio compagno di squadra, i'Ruffo da Pontassieve, mi porta una cassetta basf da 120. Avevo 16 anni, all'epoca andavan di moda Guns'n'Roses, già verso l'essere appezzi, e compagnia Hard-Rock stradaoiola. Ci si scambiavan gli ascolti. Mi fa, tieni, roba bona. Da un lato (A) "The number of the beast". Dall'altro (B) "Nevermind". Gli Iron Maiden li conoscevo. I Nirvano manco sapevo chi cazzo fossero. Di loro, solo un vinile con tanto di copertina inquietante biancona stucchevole come il periodo Lennon quando altro non faceva che trombare con quel cesso di Yoko Ono. Scoprii che non eran loro. Esistevano dei Nirvana nei '60, o '70 boh. Progredivano e quindi mi facevan cacare. Era un bivio quello. Nei Maiden non c'era più Di Anno. Era la prima volta di Bruce Dickinson, che ugolava in questi Samson. Cazzo, andavo in trasferta a giocare a pallanuoto. In Liguria. Lì quello sport va di moda. E questi non so che cazzo mangiassero, ma eran il doppio. Io, sedicenne, ero così come sono ora. Quindi per l'età mi difendevo. Ora, invece, mezza sega. Due ore di viaggio che ti servivano da carica. Pensavo che il metal andasse più che bene. E vai con l'accoppiata 'The Number of the beast' e 'Run To the Hill'. Spaccava quella. Me le suonavo prima di buttarmi in acqua. Ma spaccavano pure quegl'altri ciccioni. Oltre a chissà che cazzo mangiassero, mi domandavo poi che cosa ascoltassero, per esser così ignoranti. Slayer? Può darsi. Non l'ho mai saputo. So solo che ogni volta ci provavo. Mi garbavano i Maiden. Ma ne buscavo sempre. Quindi se dovevo frignare, mi veniva in soccorso il lato B. Che c'era il tipo che voleva ammazzarsi (oh poi l'ha fatto davvero), drogarsi, bere come un dannato ed ogni tanto scopare. Mi si confaceva di più, alla fine. Magari se i lati fossero stati invertiti, sarei stato metallaro. Boh. Invece vi inculate di brutto. Poi uscì Ten, Jar of Flies e da lì basta con le ugole arrossate. Tanto ne buscavo uguale, inutile darsi un tono. Vedi tu, il bivio. (7 su 10 perchè comunque mi ha fatto avere uno pseudo tono per un po')


Thursday, November 01, 2007

IN TOUR COI DREAM THEATER? ANCHE NO.

Walter Pirola, noto fan lombardo dei Dream Theater e accanito lettore di Solomacello, ci ha contattati pochi giorni fa tutto pieno di entusiasmo perché aveva vissuto una di quelle esperienze che ti rigirano il culo e ti bloccano il sangue al cazzo. Ve la diciamo: a Walter è stata data la possibilità di andare in tour con il suo gruppo preferito, i Dream Theater appunto. Un po' come se al Sindaco chiedessero di seguire i Dog Eat Dog o i Metallica (tanto lui li reputa importanti allo stesso modo). Ecco qui la testimonianza vera di un fan numero uno, che alla fine diventa numero zero. Perché? leggete e non scassate i coglioni, madonnatroia.

Ciao ragazzi, mi sento un po' imbarazzato a scrivere, non ho mai scritto su un blog in vita mia, su Solomacello poi! Comunque, siccome il Sindaco mi ha detto di dire poche cazzate e di andare al sodo io non mi dilungherò molto e arriverò al succo del discorso. Allora i Dream Theater vengono in Italia e io lo si già con netto anticipo, acquistando i biglietti molti mesi prima del tour per essere sicuro. Assieme a me Samuele di Como e Fausto di Rho. Trepidanti, attendiamo la prima data di Bologna dove casualmente conosciamo uno dell'organizzazione che in quel momento era in fila per comprare un panino. Lui ci chiede di salire sul furgoncino per seguire i Dream Theater in tour! UN SOGNO CHE SI AVVERA RAGAZZI! NON CI CREDEVO! ovviamente accettiamo l'invito e ci mettiamo in viaggio verso Roma. Arrivati a Roma ci dirigiamo immediatamente verso i camerini ma dei nostri eroi nemmeno l'ombra. A un certo punto arriva un tizio col pizzetto bianco, molto alto, americano che ci chiede cosa diavolo stavamo facendo in quel momento lì. Noi gli spieghiamo la faccenda e lui non ci molla, vuole sapere i nostri nomi e cognomi, ci chiede i pass e insomma ci fa capire che non è il caso di gironzolare in maniera spensierata per i camerini perché "if you're on tour with the Dreamers, you've to work, all day long" (per chi non capisce un cazzo di inglese: "se sei in tour coi dream theater del porcodio devi lavorare porcamadonna, non puoi permetterti di non fare un cazzo, canedigesù!"). Diciamo che da questo momento in poi tutte le opinioni che ci eravamo costruiti nel corso di anni di ascolti di 'Images & Words' iniziano ad andare in crisi. Noi siamo fan, senza di noi la band non vivrebbe. Perché meritarsi un trattamento simile? Ho caldo, mi tolgo la mia felpa adidas gialla fosforescente a righe bianche e i metto in un angolo, dove da lontano vedo James La Brie, corro a salutarlo ma nemmeno mi incrocia con lo sguardo. Anzi, noto in lui un certo fastidio nel dover per forza sorridere a uno che come me gli dà da mangiare. La tristezza e la delusione iniziano a farsi sentire. Anzi, inizio ad odiarli, e ripenso alla quantità industriale di assoli di chitarra e batteria che per anni mi hanno fatto credere di avere davanti una band coi contro coglioni. Finiti questi pensieri, inizia lo show, loro salgono sul palco e l'effetto è diverso. Non mi interessano più, anzi li trovo piuttosto stucchevoli e "barocchi" come dicono sulle riviste metal. Mi sembrano 5 coglioni messi a suonare. Poi c'è anche il bassista, giapponese di origine, che non mi sta per niente simpatico. Non sorride, mi chiedo se scopa di tanto in tanto o se è sempre a casa a suonare quel basso che esteticamente mi fa anche un po' schifo o "steccare", come dite voi di Solomacello. Il set dura troppo, due ore e mezza, dopo la prima mezzora io decido di darci un taglio con il prog, con le scarpe tamarre e i jeans stretti in fondo e prendo il primo treno che mi riporta a casa. Da oggi sono un ragazzo nuovo, ho scoperto il crossover, ho scoperto le cose truci, ho scoperto le pettinerìe assortite dei Today Is The Day ma soprattutto ho scoperto i DOG EAT DOG!


Thursday, October 25, 2007

Ieri siamo andati a vedere i Gorefest a Milano. Non c'era quasi nessuno. Una sessantina di persone, circa. Quasi tutti dei metallari all'ultimo stadio. Nostalgici come noi ma, incredibile, ancora più a pezzi. Nessuno aveva mai visto i Gorefest prima, eppure ce li eravamo ascoltati parecchio, quando avevamo più capelli, e gli stessi chili. Eravamo ingaynati, e per bene. Arrivare al Rainbow e non trovare nessuno non ti fa salire proprio una gayna biblica. Ci siamo ricordati dei meravigliosi anni '90, quando compravamo e rubavamo qualsiasi disco senza una tipa che cantasse della Century Media o della Nuclear Blast, e sballavamo. Ora ne siamo fuori, in qualche modo. Siamo cresciuti. Siamo più equilibrati. Ci facciamo prendere meno dall'ingaynamento, scatta una sorta di scrematura automatica. Beh la questione è che i Gorefest non sono a pezzi, questo no, non se lo meriterebbero. Il problema è a monte. Tanto a monte. Quindici anni fa a monte.
I Gorefest facevano cacare già quindici anni fa.
Il problema non è recente e non è nostro. Ma voi, voi che ci siete ancora sotto: cosa cazzo vi dice il cervello? Non potete uscire e trovarvi una tipa? Non potete farvi le seghe e basta? MA avevate più di trent'anni, tutti voi stronzi. E ancora non ci siete arrivati?
Che amarezza.


Tuesday, October 23, 2007

I Metallica contro Napster?
I Radiohead che vendono il disco su Internet?
iTunes?
Beatport?
Soulseek?
Musica gratis per tutti sempre?
L'abbonamento di Rick Rubin?
Tutte minchiate. Al solito dall'ala più estrema del metal arrivano le idee migliori. L'eterna questione pirateria/download illegale/p2p/diritti degli artisti risolta in quattro e quattr'otto.
Guardate questo:


E un log per chiarire cos'è, e soprattutto per dimostrare che anche all'interno dei vertici dellla scena black (ovvero SoloMacello) il gesto degli Enslaved ha suscitato reazioni differenti.

Satana scrive:
gli enslaved hanno rubato una pecora a un politico norvegese che voleva liberalizzare il download gratuito musicale e loro han detto tipo... beh alla fine tu ci fai fottere le canzoni? beh noi ti fottiamo una pecora tanto ne hai un culo
Belzebù scrive:
diocane veramente. conseguenze? li hanno messi in gabbia, tanto c'è la sala di registrazione?
Satana scrive:
no un cazzo pare - non se la son manco magnata però
Belzebù scrive:
se fai una roba fantablack falla fino in fondo diocane
Satana scrive:
sei il solito senza compromessi ahahaha
comunque pensavo di farci un post se per te non è troppo gay come attività
Belzebù scrive:
no zio figurati se fare un post sugli enslaved è da gay, certo non si sono mangiati la pecora e potrebbe venire qualche dubbio ai più malizievoli, però...

Monday, October 22, 2007

SoloMacello, come tutti i rincoglioniti avranno capito, festeggia trent'anni. Volevo dire due. SoloMacello è un'entità indipendente, tant'è che, come vedete, non ci sono link sulla colonna di destra. Non ci sono perchè non siamo i soliti pezzenti che fanno gli elitari e gli esclusivi e poi riempiono il blog di bottoni e banner per mendicare visite. Come se più stronzi che vengono a leggere le vostre cacate dessero loro un senso di legittimità. SONO STRONZATE E STRONZATE RESTANO.

Ma un minimo di cameratismo lo proviamo anche noi. Non per simpatia o calore umano. Per ridere dei poveri scemi che vengono qui, vogliono fare i simpatici e la
sciano dei commenti per ingraziarsi la Sacra Corona Unita Del Metal: UPDATE: LA 'NDRANGHETA del METAL. Tipo questo. Il messaggio è: non fate ridere. Lasciate perdere. Possibilmente toglietevi la vita.

E per festeggiare i trent'anni di SoloMacello inauguriamo oggi una serie di post all'interno della quale i nostri "amici" (SoloMacello non ha amici. Solo conoscenti, tipe e nemici.) ci raccontano una loro esperienza metal o un loro ascolto metal, che vengono poi passati ai raggi XXX dall'occhio che tutto vede e tutto comprende di SoloMacello. Quello che ne esce è la solita latrina, ma abbiamo infamato qualcuno facendogli credere che lo volevamo a far festa con noi.

E' il turno di
http://footprintsinsnow.blogspot.com



















Solomacello in rosso. Lui, ovviamente, IN BIANCO.
Commentiamo passo passo:

il metal. che palle.
--> sbagliato.
gli assoli. che palle.
--> dipende dagli assoli. Quelli degli Stayer ultraveloci e in cui non si capisce una sega sono fighi. Quelli dei Dream Theater sono per froci.
la gente pittata. che palle.
--> no questa no. La gente pittata è pettinata e basta.
la birra e le fighe. che palle.
--> frocio E astemio. Andiamo bene.
poi alla fine sono tutti froci. che palle.
--> No. Solo Rob Halford e Roddy Bottum dei Faith No More. Per una digressione sulla curiosa etimologia di “Roddy Bottum” vai a fondo post.
le bestemmie e satana. che palle.
--> Pure cattolico.
i pantaloni di pelle. che PALLE.
--> Ecco qui puoi anche aver ragione
eddie ed il gesto dei manowar. che palle.
--> Eddie è un pettinato perché è uno zombie e se è uno zombie vuol dire che è immortale, anzi non solo che è immortale, ma che sta per venire a farti il culo.
la roba nordica lo speed i tedeschi. che palle.
--> Questo significa fare di tutt’erba un fascio. Non puoi confondere il sublime inarrivabile gelo nordico con quattro tedeschi soprappeso e ubriachi porco dio!!!! IGNORANTE.
il monster of the rock ed il wachen festival. che palle.
--> Si scrive con la K Wacken e il Monster Of Rock non lo fanno da quindici anni.
la tecnica e le voci in falsetto. che palle.
--> Tecnica: giusto, pussa via. Voci in falsetto: non è metal. Ti stai sbagliando di nuovo.
lizzy borden ed il pestaggio di babbo natale. che palle.
--> Avresti voluto saperlo altrimenti che non esisteva?
melissa e' un disco di merda. che palle.
--> E il danese porta pure sfiga.
la bay area e la nwobhm. che palle.
--> Più c’hanno i coglioni meno ti piacciono. Com'è??

oh, insomma il metal mi fa cagare. ma proprio tanto. il problema e' che tutti i miei amici erano degli sfigati. zero figa tanto metal. credo funzioni così da molte parti. e quindi se non sei fighetto(ovvero becchi poca passera anche tu) se non vai all'oratario come gli altri figli di finto comunisti e tante altre cazzate...ed insomma se sei uno a cui piace la musica puo' capitare di finire a passare l'adolescenza con una militia di mettalri di paese. in questo caso metallari devoti al sacro piatto umano: i capeletti- questo per dire che si parla di metallari emiliani, nord emiliani con gli anni la componente metal-leghista darà molto...ma io sarò già oltre.
--> Oh di questa cosa qui finale che doveva teoricamente essere la parte interessante non si capisce un cazzo. Al di là del fatto che visto che stai scrivendo a SoloMacello e non a quel cretino del cazzo del papa dovresti quantomeno impegnarti a rileggere – non si capisce proprio a livello di senso. Cos’è che volevi dire? Che il metal è per quelli che stanno in mezzo? Che i metallari non beccano mai passera? Ma scusa tutte le malattie veneree e le epatiti dei Motley Crue? Che i metallari emiliani sono degli appezzi? Che la componente leghista è sintomatica del metal? Non mi pare: guarda quanti gruppi di terroni di merda hanno fatto dischi pettinati: Inchiuvatu, Schizo, Undertakers, Glacial Fear. O forse stai facendo degli ingarbugliamenti di parole perché tremi al cospetto del dio del metal??? Ottimo invece l’uso di “Militia” al posto di “milizia”. Perché noi siamo gente onesta e quando c’è da dire una cosa, la diciamo.

ma ecco il mio disco

s.o.d.- speak english or die.

billy(o ie) milano era un ciccione. non so che fine abbia fatto ma era un super ciccione. un ciccione che si lanciava dalle torri di amplificazione sul pubblico. io spero sia dimagrito. lo dico per lui. anche il dott. veronesi la pensa così. detto questo billy(o ie) milano cantava in questo progetto chiamato s.o.d. che e' un acronimo troppo lungo da scrivere in forma non acronima. suonavo un bel metallaccio trashoso. senza troppi fronzoli e molto bestemmiaro. quel disco metteva d'accordo tutti quando eravamo piccoli. c'era dentro sia il metal che qualche scoria di hardcore/punk. di fatti era considerato trash. c'era dentro anche uno degli anthrax=skate=punk/hardcore=sdoganato. cmq presto fatto ian scott, lo avevo visto in fotografia si era fatto depilare la scritta not sui peli del petto= mito dell'imbecillità= olè i titoli erano scorretti i testi delle altrettanto cazzate. pero' tutto sommato i pezzi giravano ignoranti al punto giusto. chitarre veloci. non troppi intro(dio can i dischi dei d.r.i. quelli con intro bestiali) batterie tupa tupa ed un performer ciccione. se il corso del metal fosse stato questo io forse sarei tato un po' più metallaro. invece il metal e' roba smenosa. con gli assoli, le voci acute e quindi io ho chiuso.

--> Prendiamo per buona la dichiarazione secondo la quale se il metal fosse stato tutto come gli S.O.D. (Stormtroopers Of Death – visto che non hai avuto voglia di scriverlo)… beh quindi scusa perché hai abdicato? PERCHE’?? PERCHEEEEEEE’?????? Gruppi del genere ce ne son sempre stati. Potevi semplicemente ignorare gli altri e tenerti quelli buoni, come noi stessi facciamo. Ti sembriamo gente che ascolta i Rage o i Sonata Arctica o gli Stratovarius? Si vede che non era nel tuo DNA rimanere metal. O che ti piaceva troppo la figa. Però madonna boia se scrivi un’altra volta IAN SCOTT ti mandiamo il Sindaco Del Metal In Calore a fare un lavoretto medievale peril tuo culo. SCOTT – IAN! SCOTT di nome, IAN di secondo nome! Noto ora che però era un ebreo perché si chiamava Rosenfeld. Quindi si fotta Scott Ian.



STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS

FERMI TUTTI!
JUKKA LASCIA I GIARDINI DI MIRO'
PER I NIGHTWISH!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
SOLOMACELLO SEMPRE SUL PEZZO!!!!!
QUI la prova e sotto la sua scheda personale sul sito dei Symphonic Prog Metallers!




BONUS TRACK: RODDY BOTTUM’s ETIMOLOGIA Dicevamo, Roddy Bottum. Roddy Bottum è stato il tastierista dei Faith No More e poi quando si sono sciolti ha formato gli Imperial Teen che non son metal e quindi non abbiamo ascoltato. Ma sarà un caso che era busone? CERTO CHE NO! Come si dice in latino, che è una lingua molto usata nel metal, NOMEN OMEN. Che “Bottum” suoni praticamente come “Bottom” mi sembra non ci sia dubbio, così come il fatto che Bottom sia una delle parole che definisce il CULO. Le sorprese arrivano quando si passa a RODDY! Guardate qui: http://en.wikipedia.org/wiki/Rod“Cilindro” e “culo”: può essere qualcun altro?????

Wednesday, October 17, 2007

SoloMacello, come tutti i rincoglioniti avranno capito, festeggia trent'anni. Volevo dire due. SoloMacello è un'entità indipendente, tant'è che, come vedete, non ci sono link sulla colonna di destra. Non ci sono perchè non siamo i soliti pezzenti che fanno gli elitari e gli esclusivi e poi riempiono il blog di bottoni e banner per mendicare visite. Come se più stronzi che vengono a leggere le vostre cacate dessero loro un senso di legittimità. SONO STRONZATE E STRONZATE RESTANO.

Ma un minimo di cameratismo lo proviamo anche noi. Non per simpatia o calore umano. Per ridere dei poveri scemi che vengono qui, vogliono fare i simpatici e la
sciano dei commenti per ingraziarsi la Sacra Corona Unita Del Metal. Tipo questo. Il messaggio è: non fate ridere. Lasciate perdere. Possibilmente toglietevi la vita.

E per festeggiare i trent'anni di SoloMacello inauguriamo oggi una serie di post all'interno della quale i nostri "amici" (SoloMacello non ha amici. Solo conoscenti, tipe e nemici.) ci raccontano una loro esperienza metal o un loro ascolto metal, che vengono poi passati ai raggi XXX dall'occhio che tutto vede e tutto comprende di SoloMacello. Quello che ne esce è la solita latrina, ma abbiamo infamato qualcuno facendogli cr
edere che lo volevamo a far festa con noi.

Si comincia con quell'appezzi di http://thedarksideofettor1.blogspot.com che ci parla della prima volta che siamo andati a Londra a vedere i Neurosis. Grazie al cazzo, c'eravamo anche noi.


Londra, 18 Dicembre 2004. Sei stronzi messi come il culo che si sparano in endovena un viaggio GNIENTAFFATTO faticoso (si ragiona in termini di cosa ci aspetta all’arrivo) per sollazzarsi con ottimo hashish recuperato nella città inglese e uccidersi del tutto al concerto dei Neurosis, ospite Jarboe, la bonazza degli Swans con la voce di gelida tenebra che ti penetra fin nelle ossa. Grazie al TeLeTrasportoDovePensiTu del Sindaco stavamo su col nastro isolante e il buco del culo sul gomito fu abbastanza scomodo da usare, per qualche minuto, ma sono sofisticherie; bòlas, birra e ricerca del locale ci ricostruiscono e si inizia a darci un tono. We feel Gayna! Sì perché il posto è il Forum, a due passi dall’Astoria in Kentish Town, luogo anale da raggiungere. Dopo un agghiacciante fish&chips vicino l’ingresso, un vivace buttadentro negro dimensionato 2x2 esclama “let’s go hommies, fill the gap!” che in cockney potrebbe voler dire “entrate quel culo da froci o uscite dai coglioni” (per il mio pc ciglioni). La location è pettinata e dopo un po’ di fumate la mattanza inizia. The Tide, Under The Surface, Burn, A Sun That Never Sets, Stones From The Sky, Neurosis & Jarboe qb. Lei alla voce: abito nero vedo-non-vedo, occhi di ghiaccio, voce che stritola l’anima, sensualità e presenza schiaccianti. I Neurosis al resto: unici, tribali, sonici, atmosfera d’incubo, effetti visivi su grande schermo circolare alle spalle del palco, spiriti nell’aria. Fu una serata apocalittica e io ne uscii sconvolto. Come ai due devastanti live dei Sunn o))) in Legnano e Ravenna ma diverso… più intensità, più profondità –perché i Neurosis sanno scavare più a fondo di tutti– più alienazione. Sentivo il corpo piegato di lato, come spezzato. E l’anima fuori. Gli occhi mandavano immagini distorte eppur cristalline. Ma non erano i miei. E, alla fine, nemmeno quel grasso cannone che mi ritrovai tra le dita, e che prontamente fumai e passai ai compagni d’avventura, era mio. Nel cranio qualcosa vorticava e pulsava. Passammo il resto della notte in strada. Dopo ore di vagabondaggi per Londra non si era riusciti a riscaldarci del tutto; un bel po’ prima delle prime luci dell’alba l’autista del bus a due piani ci ricorda, a voce alta, che il viaggio è finito: “end of the ride guys…” e per un po’ il pensiero di Steve Von Till che urla le note di End Of The Harvest si affacciò all’anticamera del cervello.

Allora, Caro Ettor1 del Porco Dio, tre cose:
UN O))) Noi capiamo che le trasferte hanno sempre un effetto affaticante su chi le compie, ma tutta 'sta gayna per Jarboe da dove arriva? Ci permettiamo di ricordarti che quando Jarboe è salita sul palco tu non te ne sei accorto, uno di noi ti ha tirato una gomitata e ti ha detto "Oh c'è Jarboe!" e tu ti sei girato di scatto verso il bar urlando "ANDOVE????"

DU E))) Bella idea del cazzo comprarti un disco in vinile (di un gruppo del quale ti piaceva il nome ma non avevi altri indizi) il pomeriggio per poi scarrozzartelo tutta la giornata e la notte (per fortuna tua c'era il guardaroba al concerto) nella busta di plastica con -54 gradi e niente guanti.

TR E))) Almeno stavolta non sei svenuto! E in ogni caso il Premio Più Appezzi l'ha vinto il Sindaco ordinando pane e burro (salato) per combattere gli svarioni nel bar più laido del Regno unito.

Disclaimer: "Visto il rapporto massa muscolare/grasso corporeo che intercorre tra la redazione di SoloMacello e thedarksideofettor1 questo potrebbe essere l'utimo post di sempre su SoloMacello. In quel caso, fottetevi tutti."

Monday, October 15, 2007


Nel fuoco la sagoma di Wojtyla

E molti già gridano al miracolo



La sagoma di Giovanni Paolo II nel fuoco. Alcune foto scattate in Polonia, nel corso di una cerimonia in ricordo di papa Wojtyla, una preghiera intorno ad un falò, mostrano le fiamme che assumono progressivamente la fisionomia proprio del pontefice polacco e molti già gridano al miracolo.

Wednesday, October 10, 2007

Qui a SoloMacello non ci intendiamo molto di biologia, genetica, chimica, o se per questo anche solo geometria. Però ci intendiamo parecchio di genocidi, estinzioni, cospirazioni e stronzi. L'altro giorno sul Corriere Della Sera e su un paio di altri siti/quotidiani che stavamo usando per insonorizzare la sala prove è uscito un articolo - questo. In sostanza 'sto cretino d'uno scienziato è il primo che ha trovato il modo di scrivere un codice genetico, mentre tutti gli altri lo sanno solo leggere - un po' come i PDF. Tutti felici, tutti esultanti, che gran passo avanti per la scienza!

Passo avanti un bel cazzo!

Bellalì bellalì che ci costruiamo un esercito di pezzi di ricambio, magari facciamoli anche in versione negra, come se non ce ne fossero abbastanza, no?
Oh, m'è andato a troie un polmone perchè ho zagato troppo... beh sticazzi ne ho uno nuovo in soffitta - mi faccio il tagliando e mi rimetto a zagare.
Ti sei sbronzato e per far vedere che sei onnipotente e ti sei lanciato sotto il treno? Sei un coglione perchè ti sei ammazzato lo stesso.

Il concetto che SoloMacello vorrebbe farvi capire è il seguente, che data la vostra capacità mentale limitata sempliFICHEremo così:

1. Costruiamo dal nulla esseri umani
2. Ci ammaliamo di qualcosa
3. Li usiamo come pezzi di ricambio
4. Salute per tutti! L'aspettative di vita si allunga e si crepa solo per cause violente
5. Il pianeta si sovrapoppola e di conseguenza ci sono sempre più stronzi
6. Non c'è più spazio, non c'è più cibo e gli stronzi aumentano
7. Gli stronzi in quanto tali fanno il culo ai "buoni"
8. Il pianeta è composto solo da stronzi (più di ora)
9. La razza umana si estingue

Ma SoloMacello non starà con le mani nei boxer a guardare passivamente tutto questo! Perchè se c'è qualcuno che deve mandare a puttane l'umanità, è SoloMacello. No che arriva 'sto tipo che tra l'altro ha anche una gran faccia da sfigato e ci fotte l'idea. Solo che per fottere il Dottor Venter ci vogliono ARMI e per le armi ci vogliono i SOLDI.











E quindi lanciamo la prima ma sicuramente non ultima
RACCOLTA FONDI DI SOLOMACELLO!

(non ti è chiaro?)


Funziona così: qui sotto troverete una fantastica compilation intitolata
IL GENOCIDIO DEGLI STRONZI
che potrete downloadare gratuitamente perchè tanto sono pezzi che abbiamo scaricato a cazzo cercando "genocide", "war", "apocalypse", "destruction", "massacre" su SoulSeek. L'unico sforzo che abbiamo fatto è stato zipparli e cambiare il nome dei file per metterli in ordine. Poi l'ufficio grafico di SoloMacello ha prodotto l'artwork che vedete in cima al post (che come sempre è pettinato almeno quanto le foto di vostra madre che abbiam fatto sabato pomeriggio scorso).

Quindi ora va così:

1. Cliccate qui e scaricate la compilation
2. La ascoltate e convenite con noi che la razza umana è FINITA
3. Cliccate su PayBaal e ci mandate dei soldi a solomacello666@gmail.com
4. Compriamo delle armi
5. Andiamo a fare il culo a Venter
6. Ci vediamo al Gods Of Metal

Tutto chiaro?
(accentosvedese fottiti ahahahahahah)

Tuesday, October 09, 2007

Certe volte il tempo va all'indietro. Certe volte non sono passati anni di acne e astinenza per nulla. Di acqua nera e fredda sotto i ponti ne è passata. I poster dei Dissection sui muri delle nostre camerette hanno le orecchie agli angoli e ormai i giornali porno non esistono più. Le seghe e i dischi hanno subito un'evoluzione simile: prima c'era un supporto, adesso solo file di zero e uno. Prima con una mano LEGGEVI e con l'altra smanettavi. Dev'essere per questo che la gente ha cominciato a infilarsi della roba nel culo di punto in bianco: s'è ritrovata con una mano libera!

Tornando all'inizio del discorso: un brivido ci ha percorso la schiena. Un disco che ci ha fatto ritornare al 1996, alla prima volta che abbiamo ascoltato Brave Murder Day dei Katatonia. O alla prima volta di Dunkelheit di Burzum. O In The Nightside Eclipse degli Emperor. Un periodo nel quale gente di questo tipo passava pomeriggi interi a masturbarsi sopra le foto di Damon Albarn.

Il disco è TWO HUNTERS dei WOLVES IN THE THRONE ROOM. Qui si trova ma tanto se siete come noi andate a comprarlo subito.

"Disco dell'anno." (cit.)

Monday, October 01, 2007

Il metal, a differenza di quello che si crede solitamente, non è fatto solamente di idioti che passano la vita a masturbarsi in camera, fra una pentatonica e l'altra. A parte che i metallari, grazie alla sfrenata passione per la provocazione che li anima, si masturbano anche altrove (chiese, sinagoghe, asili, meeting sci-fi). Ma soprattutto i metallari amano stare insieme alla gente. Certo, non tutta la gente. Chi non ascolta metal non è considerabile "gente", ma solo merda. Però ai metallari piace stare insieme a chi ascolta metal, perchè tutte le frustrazioni della settimana lavorativa, studentesca e masturbatoria possono finalmente venire rilasciate nel classico urlo di sfogo del metallaro: "PORCO DIO!".

Così, prendi un Venerdì sera a Milano. Il Venerdì nel quale la truppa sodomita e improfumata della settimana della moda finalmente svanisce da di mezzo ai coglioni. Prendi un locale storico della Grande Capitale Del Nord Italia, il Rainbow. Centinaia e centinaia di concerti metal, tonnelate di litri di sudore versati in quel buco nel ventre putrefatto di puttana madre terra. E, il Giovedì e la Domenica, serata latinoamericane per oriundi che sarebbero in teoria un affronto alla gloria sempiterna del metal - a meno che non si ragioni: la gente ci va per gli stessi motivi! Bere più di quanto sia ragionevole, esorcizzare una settimana passata a guidare un furgone di SDA o FedEx o uno scooterino della Pony Express Srlm, guardare le donne della tua specie e cercare di mettere le mani su culi più grossi della media portando vestiti che nessun altro ha il pessimo gusto di portare.

Venerdì al Rainbow c'erano Aborted, Kataklysm e Behemoth. "Porco dio!", dice il metallaro, e ci va.

E SoloMacello anche. Appena scesi dalla limousine una ragazza dell'organizzazione con le tette grosse come la Birmania ci asccoglie per farci ascoltare una versione di "I bambini fanno Oooh" con i rutti al posto degli "Ooooh". Siamo a casa. Passiamo la fila e la selezione all'ingresso carichi di alcoolici perchè tanto, a noi, mica ci controllano. La gente del pubblico è divisa in due, con in mezzo un tipo con le braccia alzate che le sposta una volta a destra e una a sinistra. Quando le braccia sono a destra, si sente urlare in coro "PORCOOOOOOO", quando le braccia sono a sinistra, invece, "DIOOOOOOOO!".

In tutto questo noi come al solito la figa ce l'eravam portata, ma l'amico scompagnato ci fa notare una cosa: è pieno di figa. Ci sono decine di donne, più che, per dire, al recente concerto dei Paradise Lost. E tutto questo per un gruppo black metal, uno brutal death e uno di death classico (la differenza è fondamentale anche se gente che si spaccia di avere un "passato metal" di questo tipo non lo capirebbe mai). Probabilmente la causa sta nel fatto che le tipe non son metal nel cuore come gli uomini: a un certo punto credono di rinsavire e abbandonano la fede metal per mettersi dei jeans a vita bassa che non si dovrebbero poter permettere. Noi uomini veri invece ingrassiamo con fierezza e non abbandoniamo a metà la ricerca del Sacro Graal Del Metal.

In realtà però, forse ma forse, c'era solo tanta figa a causa dell'adesivo che il tipo dei Behemoth aveva sulla chitarra:























Comunque: concerto pettinato, gayna fuoribordo, fiumi di birra, un sacco di figa. Cazzo volete di più da un Venerdì sera?

Bonus track: un video. Se ascoltate bene ci sono diciannove "Dio bastardo!" nei tre minuti che dura.

Friday, September 28, 2007

Se proprio dovete sparare, sparate sui preti.
I bonzi l'ICI la pagano.

Tuesday, September 25, 2007

"OLTRE LA SOTTANZA" aka il nuovo disco dei SOTTO




















Oggi è uscito il nuovo disco dei DOWN che se non li conoscete siete dei pezzenti. Io ovviamente ce l'ho già e voi no. Io ovviamente l'ho ascoltato 10 volte in due giorni e voi no: DISCO DELL'ANNO (tanto il nuovo Metallica esce nel 2008 e il nuovo Mastodon pure).

Per l'occasione, Phil Anselmo ha intervistato Il Sindaco Del Metal per sapere il parere sul nuovo disco. Ecco alcuni estratti della conversazione:




Anselmo Down scrive:
yo brotha Sindaco
Sindaco Del Metal scrive:
yo filippone!
Sindaco Del Metal scrive:
com'è?
Anselmo Down scrive:
gran gayna gran gayna fuckin' brotha
Anselmo Down scrive:
ho appena cacato il disco nuovo
Sindaco Del Metal scrive:
eh figa ho visto
Sindaco Del Metal scrive:
e ho sentito, ieri 5 volte e oggi pure
Anselmo Down scrive:
ah te l'hanno mandato? bellalì ti stavo facendo un dhl
Sindaco Del Metal scrive:
sìsì me l'han mandato di bestia zione, grazie comunque per il pensiero
Sindaco Del Metal scrive:
ma te ti sei ripigliato che ti vedo sempre a pezzi coi bolàs e la birra?
Anselmo Down scrive:
de nada man, ti avrei mandato un paggetto negro a consegnartelo ma son tutti affogati con katrina
Sindaco Del Metal scrive:
pettinata lei?
Anselmo Down scrive:
no beer no gain man
Sindaco Del Metal scrive:
(katrina intendo)
Anselmo Down scrive:
katrina? un po' umida
Sindaco Del Metal scrive:
cmq bellalì zione
Sindaco Del Metal scrive:
che ci fai su icq a qst ora? lì son 8 ore in meno che qui
Anselmo Down scrive:
ho fatto tutta la notte gayna con Kirk Windstein, controllo la mail, mungo la vacca e vado a dormire
Sindaco Del Metal scrive:
ah dove siete stai? all'albero?
Anselmo Down scrive:
nono il gianni non ci fa più entrare da quella volta che rex ubriaco ci ha provato con sua madre
Sindaco Del Metal scrive:
che gusti che c'ha rex, non lo facevo così...
Sindaco Del Metal scrive:
ma senti come si sta il giorno dell'uscita di un disco pettinato?
Anselmo Down scrive:
mah... è un po' come cambiarsi le mutande brotha ... stai bene perchè non ti capita sovente... poi dopo due volte che le giri. same old fucking story
Anselmo Down scrive:
ti piace?
Sindaco Del Metal scrive:
guarda devo dire che
Sindaco Del Metal scrive:
però dal primo disco siete cambiati di bestia
Sindaco Del Metal scrive:
NOLA era molto grezzo, fuckin' power
Sindaco Del Metal scrive:
poi forse avete fiutato il grano
Sindaco Del Metal scrive:
e qlc tastierina l'avete messa eh?
Anselmo Down scrive:
fuck man. il grano???? ma dioporco vivo in una palude con i negri che mi galleggiano nel giardino e mi tiri il culo per 2 tastiere? quelle servono solo per scopare...
Sindaco Del Metal scrive:
vabbè ora non esagerare figa
Sindaco Del Metal scrive:
ho solo detto che vi siete ammorbiditi
Sindaco Del Metal scrive:
anziché prendere dagli eyehategod e dai st.vitus
Sindaco Del Metal scrive:
prendete dai sabbath e dai led zeppelin
Sindaco Del Metal scrive:
porcodio come la fai lunga ogni volta
Sindaco Del Metal scrive:
man!
Anselmo Down scrive:
si chiama evoluzione qui a nola
Sindaco Del Metal scrive:
in europa si chiama "sete di successo"
Sindaco Del Metal scrive:
ma vabbè lasciamo perdere
Sindaco Del Metal scrive:
cmq a me io disco piace, se proprio lo vuoi sapere
Anselmo Down scrive:
ah era una tirata di culo gratis?
Sindaco Del Metal scrive:
sì e ci sei cascatoooooooooooo
Sindaco Del Metal scrive:
meno male che eri uscito dalle droghe foga
Anselmo Down scrive:
orcodio me l'hai fatta
Anselmo Down scrive:
e infatti. mi faccio una pera e una birra per lavarmi i denti e poi vado a dormire.
Anselmo Down scrive:
voto al disco?
Sindaco Del Metal scrive:
20
Sindaco Del Metal scrive:
forse ho esagerato
Sindaco Del Metal scrive:
ma mi sembrava un voto adeguato
Anselmo Down scrive:
pettinato. bella fuckin' sindaco, ce la vediamo al gods
Sindaco Del Metal scrive:
oh te ne vai?!?!
Anselmo Down scrive:
si zio, stasera suono con la cumpa al festival dell'alligatore e devo fare il sonno di bellezza
Sindaco Del Metal scrive:
ok allora cieeeeoooo
Sindaco Del Metal scrive:
ce la sent domani?
Anselmo Down scrive:
vediamo, se non mi sono troppo rammollito
Sindaco Del Metal scrive:
vabene
Sindaco Del Metal scrive:
mi trovi sempre qui su ICQ
Sindaco Del Metal scrive:
salutami gli altri appezziiiii
Anselmo Down scrive:
stay down sindaco





Phil e il Sindaco vengono sgamati nei cessi delle Roadrunner mentre zagano





Thursday, September 20, 2007

MENO SEVERGNINI
PIU' SEVERE TORTURE

(non sappiamo se si capisce subito il gioco di parole perchè "severe" e "torture" sono anche due parole italiane ma la questione è che i Severe Torture sono un gruppo brutal death veramente pettinato e voi tutti dovete saperlo. Poi il gioco di parole è pettinato Sever-Gnini - Sever-Tòrciur - capito? E porco dio bisogna spiegarvi tutto cazzo siete handicappati?)

Il metal certamente ha fra i propri fondamenti l'ignoranza. Ignoranza certamente intesa come celebrazione del disimpegno, come invito a non prendersi troppo sul serio e a calpestare le barriere sociali, a ribellarsi a quella vecchia puttana del piano di sopra che ti dice di abbassare mentre stai ascoltando gli Slayer. Io non abbasso, vecchia troia! NON ABBASSO HAI CAPITO???? HAI CAPITOOOO????? ORA VENGO SU E TI FACCIO FARE LE FINE DI QUEL PEDERASTA DI TUO MARITO CHE MI AVEVA ROTTO I COGLIONI UNA VOLTA DI TROPPO!

Sarebbe sbagliato e sinanche fuorviante pensare a "ignoranza" intesa in senso etimologico. Il metal ci ha insegnato tutto quello che sappiamo, e non è poco. Noi siamo gente che legge (Metal Hammer), che va a vedere musei (quello della Tortura e quello dei Serial Killer), che va al cinema (Freddy Vs. Jason era pettinato e poi recentemente anche il film sui Metallica), che ha interessi, insomma. Da una parte essere considerati una massa di stupidi illetterati analfabeti ha i propri vantaggi: nessuno ci teme, nessuno pensa che un giorno usciremo a fiotti dalle fogne per andarci a riprendere ciò che un tempo era nostro. Dall'altra parte, specie se sei Metal, non essere temuti è un bello scazzo. Che cosa cazzo ci siamo fatti crescere i capelli, spuntare i tatuaggi e cadere il cavallo dei pantaloni a fare allora?

Torniamo al tema principale: non siamo degli analfabeti. Manco per il cazzo. E ora lo dimostriamo. Inauguriamo una nuova rubrica, che con tutta probabilità farà la fine di tutte quelle prima cioè giù per la tazza del cesso. Una volta ogni quanto cazzo ci pare apriamo il dizionario e impariamo una parola! Cioè proprio andiamo a LEGGERE IL SIGNIFICATO DI QUELLA PAROLA NEL DIZIONARIO, per capire COME usarla, QUANDO usarla, PERCHE' usarla. Incominciamo da una parola che molti cacasotto ancora spaventa, ma che in realtà non dovrebbe fare tutta questa paura, a meno che siate dei ciellini di merda e in quel caso andate via se non volete delle bastonate.



PS: Perchè sono pettinati i Severe Torture? Primo perchè suonano Brutal Death, il che già di suo è una roba strapettinata. E secondo perchè hanno un pezzo che si chiama FECES FOR JESUS, che è la versione Brutal Death di "Cacca Al Diavolo Fiori A gesù": ovviamente la secchiata di merda a 'sto giro se la prende quel cretino di cristo. Forse qui si riesce ad ascoltarla. Qui il loro MySpace. Supportate i Severe Torture. Un giorno li insegneranno a squola!

Thursday, September 13, 2007

Il Sindaco Del Metal questa volta stupisce anche i suoi stessi compagni di profanazioni.

Se vi ricordate bene avevamo smesso di avere notizie dal Sindaco un paio di giorni fa. Era stato mandato a NY in missione suicida per carpire dall'industria metaldiscografica statunitense il metodo più preciso per vendere merda agli imbecilli, e poter tornare così in patria per farci diventare tutti più ricchi che sfondati.

Ebbene, avevamo ragione a pensare che il Sindaco avesse fatto perdere le proprie tracce spontaneamente, scollegando il transponder che rilevava la sua posizione sul Metal Detektor. Non siamo ancora riusciti a parlargli ma un po' d'intuito e una cimice da 20euro piazzata sulla scrivania adatta ci hanno permesso di risolvere il mistero.

I più metal fra di voi ricorderanno le cronache dai giornali di tutto il mondo riguardo all'incredibile ingaggio del super produttore Rick Rubin (che ha messo le mani su Slayer e Metallica, porchiddìo, mica sui pavement) da parte della Columbia. Bene: il Sindaco non ha tardato a fare la propria contromossa, evidentemente. Ha mollato NY, ha preso un gayhound e ha attraversato l'America fino alla dorata East Coast. E lì ha stretto mani, consegnato burrate, oliato ingranaggi, spazzolato burritos fino a quando non è riuscito a infilare il piedone nella porta giusta. Noialtri, che siam qui ma non per questo siam scemi, siamo ricorsi alla intercettazioni ambientali e ad altre cose che non è il caso di scrivere qui, e l 'abbiamo ritrovato.

Non solo: sappiamo per certo che tornerà con le informazioni che volevamo. E da quel momento in avanti potrete tranquillamente andare tutti a fare nel culo, perchè non faremo prigionieri.

SoloMacello sarà per il Metal quello che per l'industria alimentare è rappresentato dalle forze congiunte di Nestlè, Coca-Cola, McDonalds e Starbucks. Chi è dentro è dentro, ormai, e chi è fuori è fuori. Se avete un conto in sospeso con SoloMacello, ormai sono solo cazzi vostri.

Ecco la prova che voi non valete un cazzo:

Wednesday, September 12, 2007

Recentemente siamo stati attaccati da personaggi vicini all'ala più conservatrice di Comunione E Liberazione. Questo cialtrone reazionario ha lasciato un commento del tipo: "Eh certo SoloMacello fa ridere ma non mi piace perchè è razzista!". Ora, caro visitatore con gli scrupoli di coscienza: spiegaci cosa cazzo ti fa ridere se non ti piace il razzismo. Ci sembra chiaro che tu non sia altro che l'ennesimo perdente cattolico che si vergogna delle cose con le quali vorrebbe divertirsi: scopare, bere in maniera smodata, fare uso di droghe, ascoltare metal (no gli Opeth non sono metal - non abbastanza).

Siamo quindi chiamati a una dichiarazione pubblica spontanea:

SoloMacello NON E' UN SITO (solo) RAZZISTA.

Per i seguenti motivi:
-Ci piacciono i Suffocation che hanno non uno ma DUE negri in formazione.
-Varie ed eventuali.

Non è colpa nostra se i negri danno più fastidio più spesso dei bianchi, e se hanno sempre fame.

Il Metal è stato il capro espiatorio di fin troppe trucidezze in passato: il fan degli Slayer che ha fatto a pezzi la madre? Non gliel'abbiam detto noi. Il fan dei Judas Priest che ha fatto a pezzi il compagno di scuola perchè era più magro? Non gliel'abbiam detto noi. Ilaria Alpi? Ah quella si vabbeh ma vorremo creare un vespaio per UN omicidio?

Quindi questo per dire cosa? Per schierarsi a favore dei Negri? Certamente no. Vivi e lascia morire di fame. Però qualche negro buono ogni tanto si trova. Non spesso, ma fra i due dei Suffocation e Chef di South Park alla fine siamo già a tre, che è più di quanto si possa dire, che ne so, riguardo ai salentini.

Però per dire che a Borghezio non gliene hanno date abbastanza. Ma più che altro dovevan fargliele dare direttamente dai negri provenienti dall'Euro-Arabia - questa cosa della Polizia che si mette sempre in mezzo al cazzo non ci va molto giù.
Il problema però è Borghezio: se ce l'hai duro, lungo e grosso -e sicuramente non è così- perchè PORCO DIO non prendi e vai in giro a schiaffeggiare i negri? Perchè non spendi un po' dei soldi che rubi a noi (e agli Europei) per istituire un bel servizio express di rimpatrio negri? Vedi un negro per strada e non ti piace? Gli fai un processo sommario, lo prendi personalmente a scarpate, chiami dalla FatCaverna il camioncino EsportaNegri e il gioco è fatto. Un altro negro fuori dai coglioni,una pastiglia di viagra (che costano signora mia, anche se smezzi il prezzo con Calderoli) risparmiata. Fallo, ma FALLO TU! FALLO DA SOLO! Fatti un bel clistere con l'acqua del dio-fiume Po, esci e fai un macello. Ma piantala di girare per l'Europa con quelle cazzo di mutande verdi intorno alla base del cazzo: sembri un frocio - e i froci sono equiparabili ai negri e agli indie, a parte il fatto che la loro è una scelta conseziente e non una malattia.

Tuesday, September 11, 2007


QUER PASTICCIACCIO BBRUTTO FRA LA QUINTA E LA TERZA.

SUCCESSE L'11 SETTEMBRE. E STA SUCCEDENDO DI NUOVO.

Il Sindaco è a New York. O meglio, fino a ieri lo era. Felice, barzotto, soddisfatto di come stava andando la missione. Oggi, 11 Settembre 2007, nel (66)6° anniversario dall'accartocciamento delle Twin Towers Of Power, il Sindaco del Metal ha smesso di lasciare tracce. Come un novello Vitello Plissken si sarà staccato da solo il transponder per far perdere le proprie tracce? Il deltapl-ano sarà ancora al suo posto? Riuscirà a decollare?

La questione è la seguente: mascherato da turista inetto e col cartello appeso al collo "Sono il più facile da babbare - prendete me, prendete me!", il Sindaco Del Metal in realtà è una perfetta macchina da guerra. Sotto l'aspetto bonario e innocuo c'è una scorza di metallo inossidabile. Una specie di Robocop, ma col monclèr. Qui a SoloMacello sappiamo bene che le redini del metal mondiale sono saldamente nelle nostre mani. Sappiamo che la vera essenza dell'unica musica degna di essere ascoltata ormai la conosciamo solo noi. Ma ahinoi, la cripta per quanto buia qualche bolletta da pagare la dà ugualmente: il frigo per le birre, il congelatore per i cadaveri, queste cose qui. E quindi abbiamo dei problemi di soldi. I soldi sono una cosa terrena, e il metal di solito se ne infischia. Gli inferi sono il suo regno, e negli inferi i soldi non esistono: tutti ci devono tutto. Laggiù siamo i padrini totali. Passiamo, e ci danno i cannoli freschi, le latte d'olio, le burrate. Agli inferi c'è anche un sacco di figa, perchè la brave ragazze vanno in paradiso, e le cattive ragazze vengon giù a darci dentro con noialtri. Tutto a posto quindi? No, purtroppo.

All'inferno non ci sono indie: essendo asessuati non fornicano. E quindi noi ci annoiamo a morte. A chi tiriamo il culo? Chi torturiamo? Chi ci resta da infamare e da far girare nella ruota ascoltando i Bestial Mockery e i Dekapitator?
Nessuno, perchè all'inferno non ci sono neanche cristiani. O meglio, ci sono ovviamente con tutti i bambini che molestanio e gli aborti clandestini, ma sono riusciti a lobbizzare anche la zona qui intorno e hanno delle specie di bungalow con aria condizionata inaccessibili anche per noi. Fottuti cristiani del cazzo. Un giorno vi inchioderemo alla croce come il coglione che venerate.

Dicevamo: come i giapponesi in via Montanapoleone, il Sindaco Del Metal è stato mandato a NY in una missione di spionaggio industriale.
Il metal europeo è sempre stato meglio (Motorhead Iron Maiden Black Sabbath Iron Monkey Mayhem Emperor Impaled Nazarene), ma gli americani hanno imparato a fare più soldi e meglio. Il metal europeo resiste, fly the flag, bellalì, respect, underground till you're underground e ri-bellalì, ma le troie le dobbiam pagare tutti. E quindi perchè non andare a dare una bella sbirciata e carpire i segreti di come cazzo si fa a vendere una troiata come gli As I Lay Dying a tonnellate di stronzi emo frangiati che credono di essere metal? Visto che tanto il vero metal è elitario - ma comunque un po' di pubblicità fa sempre bene... vendiamo pure merda pressata ma facciamo blaterare tutti sul fatto che "il metal è tornato". Il metal non è ancora tornato perchè non abbiamo NOI cazzi di farlo tornare, ma quando torna ve ne accorgerete per bene. Ma intanto aumentiamo il market share del metal, e poi si vedrà. Il senso di tutto è: abbiamo bisogno di soldi per mantenere il nostro stile di vita al di sopra delle nostre possibilità. Di guadagnarli onestamente non se ne parla, troviamo una scorciatoia.

Qualcosa dev'essere andato storto però. Del Sindaco Del Metal non abbiamo notizie da ieri ormai, e il sinistro rintoccare del seicentosessantaseiesimo anniversario della pettinerìa delle Twin Tower non contribuisce a farci dormire incubi tranquilli. C'è qualcosa che non va. O sarà un colpo di genio del Sindaco Del Metal che si è sottratto da ogni radar perchè ha qualcosa che scotta per le mani? Vi terremo aggiornati ma ogni segnalazione può essere fondamentale: mandate una mail a hovistoilsindaco@solomacello.it o chiamate il numero 1-666-SoloMacello per segnalazioni anche anonime (ma in quel caso siete dei cacasotto).

Sunday, September 09, 2007

TENC' LA CAYN!!! (aNYthing)

A NY quando vai al Cakeshop che è un locale indie ti capita di uscire e incontrare il tizio dei Dinosaur JR (quello con gli occhialoni a goccia e i fantacapelli bianchi lunghi). Se poi vai la sera a Nolita (North Of Little Italy, un posto da Johnny Mox trentenne brizzolaEto, con sigarillo e occhiale fumé- nella foto-) ti capita di incontrare MOBY CHE TORNA A CASA DA SALA PROVE. E ti vien voglia di picchiarlo a sangue, fischiettando gli Emperor.

Oggi colazia pettiné con
PUBLIC ENEMY
KORN
KISS (perché erano in ordine alfabetico sull'ipod)
NIRVANA (vedi Kiss)
IL TEATRO DEGLI ORRORI
SUICIDAL GASTRO-TENDENCIES

E ricordatevi di tirare lo sciacquone dopo che avete pisciato. Evviva.

Thursday, September 06, 2007

Spesso i grandi se ne vanno presto. Gigi Sab-Ani era uno di noi. Uno al quale piaceva ridere, piaceva eccedere, piaceva la figa, piaceva il black metal. Uno che con il Merolone, uno dei più grandi uomini di spettacolo di ogni tempo, ha messo su un giro di troie che manco Tinto Br-Ass.* E poi è riuscito anche a venirne fuori (il gioco di parole è sottinteso) pulito e a continuare a piacere alle sciure, alle zie, alle mamme: questo si chiama fottere il sistema. Se tutto va bene ha dato una bella mano di bianco anche alla Gregoraci che ora "si fa impalmare" da Briatore in chiesa nel nome di vostro signore gesù clisto con il gatto e la volpe come testimoni.
Sarebbe una bella vittoria per il Gigi Nazionale (Riva? D'Alessio? Buffon? Buffoni.), secondo noi. si potrebbe tranquillamente fregiare del titolo di "The Original Puttaniere".

Quindi passando al succo del discorso: la notizia di ieri è stata la morte di Gigi Sab-Ani. Quella di oggi la morte di Luciano Pavarotti.
Bene, SoloMacello, in barba al V-Day, lancia una crociata BEN PIU' IMPORTANTE:

NON DIMENTICATE GIGI SABANI!
GIGI SABANI ERA MEGLIO DI LUCIANO PAVAROTTI!
GIGI SABANI NON ERA UN GRASSONE!
GIGI SABANI NON CANTAVA CANZONI DI MERDA!
GIGI SABANI ERA UN ISTRIONE!
GIGI SABANI ERA UN VERO ARTISTA!
GIGI SABANI NON FACEVA COMUNELLA CON BONO VOX!
GIGI SABANI RIUSCIVA A VEDERSI IL PISELLO QUANDO ERA IN PIEDI!
GIGI SABANI POTEVA ALLACCIARSI LE SCARPE DA SOLO!

Non lasciamo che Pavarotti effettui il sorpasso ai box sul Grande Gigi solo perchè è morto il giorno dopo. Ricordate Sabani, onorate la sua memoria, fatevi una pippa sulla foto di Raffaella Zardo ma non lasciate che il ciccione lirico adombri la memoria di un vero entertainer. Soprattutto perchè la lirica (a parte nei Therion) è una grandissima rottura di coglioni.

nella foto: Raffaella Zardo viene presa per la mano da uno sconosciuto e trascinata nel bagno degli uomini


Ma ecco finalmente l'iniziativa di SoloMacello: si sa che il mercato dei morti è sempre florido, e noi non potevamo che adeguarci, visto che abbiam fiutato il modo di alzar due lire. Abbiamo sentito Il Merolone e ci siamo ricordati di quella sera, lontana lontana, in quello studio di registrazione buio che ci aveva consigliato Faust, il figlio di Beruschi. Ci eravamo spanati di grappa e avevam
o registrato col grande Gigi una serie di cover un po' particolari: alcuni pezzi che ci ricordavano di quando Io (batteria), G.I.S. (basso), Il Sindaco (basso ah no volevo dire chitarra) e Gigi avevamo mandato il nostro primo 7" alla Nuclear Blast che, entusiasta, ci aveva risposto con un telegramma con una sola parola: "Scheisse!". Bene, quei pezzi sono rimasti sepolti finora, mentre Gigi era alla luce del sole. Ora che quello a essere sepolto è lui, i pezzi vengono alla luce del sole, anche perchè prima non valevano uno stracazzo e invece ora qualche casalinga che si titillava con l'imitazione di Celentano magari caccia i soldi. Mandate una mail QUI per ordinare la vostra copia di questo disco che farà anche cacare, ma è un pezzo della memoria della nostra bella, solare, unica Italia.



PS 1:
Una nota politica conclusiva: se siete di quelli che come noi si grattano il culo dalla mattina alla sera e aspettano solo il disco nuovo dei Darkthrone e ora siete tutti in fibrillazione per il V-Day di quel guru di poveri deficienti accidiosi di Beppe Grillo, siete i peggiori perdenti del pianeta. State fermi tranquilli, ascoltate metal, bevete birra e come dicono i Total Fucking Destruction "aspettate il momento in cui balleremo sulle macerie del pianeta". Perchè se dovete tirar fuori la vostra coscienza politica e sociale solo quando vi han fatto un lavoretto medievale al culo, allora ve lo meritavate già da prima.


* e PS2 (che la 3 costa ancora troppo) Nessuno ha mai notato che il cognome del più grande regista erotico italiano è formato dalla contrazione di "Reggipoppe" e "Culo" in inglese?




Tuesday, September 04, 2007

Che il Papa fosse un cretino non è che ci fossero troppi dubbi: è il Papa. Che fosse un nazista nemmeno - sentite come parla, ricordate da dove viene, ascoltate cosa cazzo dice. Non avevamo pensato al fatto che fosse un frocio o un transessuale, questo no. Pedofilo certamente si, dato che sappiamo con certezza che sotto la tonaca tiene sempre nascosto un bambino di età inferiore o uguale a 5 anni: secondo voi il gendarme che s'è sparato in testa l'altro giorno in Vatic-Ano l'ha fatto veramente per Pene d'amore? Ma quale amore. Si trattava di Pene. Ha visto qualcosa che non doveva.

Non ci eravamo spinti fino all'immaginare un'omosessualità o un travestitismo del Sozzo Pontefice, dicevamo. Non per una questione di rispetto chiaramente, ma perchè alla fine del Papa ce ne batte anche il cazzo, con tutte le troie e il metal alla fine non ci rimane molto tempo. L'ha fatto comunque qualcun altro per noi realizzando questa statua della quale, se leggete i giornali a differenza nostra, saprete alcune cose. Tipo che era compresa in una mostra sulla uomosessualità che la Whoratti ha scacciato da Mil-Ano. Tipo che Sgarbi se l'è comprata da mettere a casa così non rischiava più un'incriminazione per atti osceni in luogo pubblico: ora è un luogo privato e si può fare tutte le seghe che vuole.



Non capiamo il motivo di tutto questo trambusto. I preti vanno in giro con la gonna e i cardinali con le mutande d'ermellino ma è un'offesa mortale mettergli un fiocchetto nei capelli e una parrucca? Credete che i preti non siano dediti all'autoerotismo, alla masturbazione, all'onanismo, all'ipsazione? Ai giochi di mano? Ai giochi da soli? A tirare la testa al serpente? Veramente credete che quando dicono, a circa 24 anni, "Da oggi l'unica emissione di sperma dal mio corpo consisterà nella pratica involontaria della polluzione notturna" ce la possano fare? Allora potreste anche credere all'arcangelo Gabriele e alla verginità di quell'altra e a Noè che trova i pinguini e i leoni nello stesso posto e li carica sull'arca se non avete niente in contrario.

Tra l'altro in uno dei vangeli apocrifi c'è scritto che la storia di Noè era tutta una copertura: Gesù lo aveva chiamato e aveva detto "Amico, portami un paio di vacche!" e lui per non far capire ai vicini di casa di Gesù che era un puttaniere ha tirato su due di tutto. Ma abbiamo divagato di nuovo.

La questione finale è, se lo vogliamo infamare, 'sto cazzo di Papa, lo vogliamo infamare BENE? Dobbiamo sempre fare tutto noi di SoloMacello? Ok:


PS
: Terroni di merda! Cinesi bastardi! Eugenio Crippa, fottiti.
Così ci sono proprio tutti.

Sunday, September 02, 2007


A NY LA COCA COLA SA DI VANIGLIA

Stare fuori dai coglioni per tre settimane è una pettinerìa assoluta, soprattutto quando sei a NY, patria dei Biohazard, Anthrax e Brutal Truth. Ovviamente l’unico motivo che mi ha spinto a visitare la grande mela è il metal e i Biohazard, l’avevo già detto? Ecchisseneincula. Procediamo, non vi sto a raccontare che qui è tutto grande, gigante, che è pieno di obesi del cazzo che io a confronto sono uno stuzzicadenti, che la metro è un bordello, che ci sono bandiere americane anche nei supermercati e che bla bla bla porco e dio e madonna e puttana. La cosa veramente scioccante è che ogni giorno, invece, assisto a manifestazioni di interi quartieri che vorrebbero la reunion dei Biohazard. L’ho già detto Biohazard? Ah non è la prima volta che dico Biohazard? Ecchisseneincula. Io partecipo a queste manifestazioni, domani c’è il taglio del nastro perché mi danno le chiavi di Brooklyn quindi occhio a quando tornerò in italia, se ci tornerò.
Credete davvero che tutto finisce qui? No, perché ora vi puppate la mia serata di ieri e di oggi. Ieri dovevamo andare a vedere gli Hidden Hand, show soldout già da un bel po’ di settimane ma i nostri agganci ci consentono di avere comunque il biglietto. Qualcuno ci dice che gli hidden hand si sono sciolti e porcaccioddio. E non ce lo potevate dire prima? Noi fino all’ultimo speriamo, ma è la zibra della zibra della zibra. Gli Hidden Hand hanno annullato la data, si presenteranno comunque sul palco i Clutch e i Beatallica. Titubanti ci guardiamo attorno e decidiamo di andare a vedere i Battles sul porto, aggratis, e con una quantità di figa impressionante. I Battles lo sapete chi sono vero? Se non lo sapete la risposta la troverete dentro di voi. John Stainer, padrino del ritmocore anni 90, si piega e ripiega su se stesso quando suona, Il Tizio dei Don Caballero che monta sua madre sul palco ed ecco che anche se ascolti metal alla fine ti senti coinvolto in questo sound preciso, metropolitano ma anche no. Finito concerto, andiamo al merchandising, han solo magliette per tipe. Che pacco. Ci riguardiamo attorno e ci ricordiamo che gli A.R.E WEAPONS suonano a Brooklyn. Perfetto, monta sulla metro, pigliati le chilate di sauber-aria condizionata e arriva al locale chiamato Luna Lounge, nuovo di pacca ma con pochi spettatori. Mi mangio un panino con tacchino formaggio insalata e pomodori, bevo una coca (a NY la coca ha un sapore diverso, come di vaniglia) e mi fiondo con l’altro appezzi nel locale. Suona il gruppo spalla, vado a steccare, torno e mentre mi pulisco la bocca con il braccio iniziano gli ARE weapons. Sono in 4: il cantante sembra un babbeo di prima categoria uscito da un collegio di minorati mentali, il chitarrista sembra un ragioniere della provincia autonoma di trento, l’altro alle tastiere/synth nemmeno me lo sono inculato, il batterista sembra quello dei one minute silence, o quello degli stuck mojo ma anche il roadie dei dog eat dog. In fondo gli ARE WEAPONS non sono male: punk+electro+rock+un po’ di Liars e bellalì. Soddisfatti, in fondo. E’ sbagliato farsi i preconcetti sulla musica porcodio. E’ sbagliato pensare male di un gruppo prima di vederli. E’ sbagliato giudicare la gente solo per come si veste. Infatti i Biohazard si vestono da pettinati e mi piacciono. Gli altri mi fanno tutti cacare. Arriviamo a stasera: già da anni sapevamo che oggi 1 settembre 2007 gli Oneida avrebbero suonato al PS1 (spazio all’aperto gestito dai tizi del MOMA) per festeggiare i loro 10 anni. Volete sapere come è andata? Che dopo due birre chiamate Sierra Nevada ero già a pezzi, che ho perso mezzora a far la fila per pisciare e che gli Oneida avevano dei suoni penosi: si sarà rotto l’impianto? La solita manifestazione pro-Biohazard ci ha messo del suo? Gesù è un coglione? Può darsi, anzi sicuro (che gesù sia un coglione), fatto sta che alle 22 il concerto finisce.

CONCLUSIONE UFFICIALE DELLA SERATA:

Io e l’altro appezzi tornammo a casa parlando di quanto sono musicalmente ottuso, ci spanammo di pizza (voto 6 e mezzo), di gelato Haagen-Dazs e al sound degli Oneida più non pensammox. Evviva.