Tuesday, April 29, 2014

Le adipose anteprime di SoloMacello: SYK - Atoma

Tu sei lì bello tranquillo nella tua piscina scavata nella neve appena fuori Bergen, ti sorseggi un Distillato di Vergine (6500€ al litro, poveracci che non siete altro) e ti ascolti i Darkthrone.
Un altro giorno noioso in redazione, praticamente.
A un certo punto arriva una mail, Inge e Agnes vanno a controllare se è qualcosa di urgente e Inge corre fuori urlando "GOAT GOD! ALT ER 'LURTE! Skjøge KRISTUS! Nettverkskortet er røyking som Satans føtter etter en maraton! alt gikk styrter, men hva i helvete de sendes?".

Ci guardiamo e capiamo che tocca tirar fuori il culo dalla piscina riscaldata e andare a vedere che cazzo succede.

C'è una mail arrivata da sykopost@gmail.com che inchioda tutto come neanche il Cristaccio.
Riusciamo a metterla in quarantena con McAfeeeeega, l'antivirus milanese, e salviamo gli allegati, che scopriamo essere il primo e nuovo album dei SYK, band formata da due ex-Psychofagist che non solo sanno suonare molto bene, ma ci devono anche una scheda di rete ora: il disco è un tale rutilare di mazzate, ritmi, strilli, chitaròni e sberloni che abbiamo dovuto installare 1GB di Ram addizionale per arrivare fino in fondo senza bruciare tutto.



E fatto questo, ve lo presentiamo in anteprima per l'intera Galassia proprio qui, sulle untissime pagine di SoloMacello. 



SE siete ancora vivi eccovi il colpo di grazia


SYK su fb QUI

Thursday, April 17, 2014

SoloMacello fa anche i coperchi Vol. II

La prima volta non si scorda mai, dicono. (Quando succede vi facciamo sapere com'è andata.)
Ovviamente parliamo della long-running serie di compilations che SoloMacello ha organizzato per diffondere il verbo dei metal guyz & e delle hard rocking babez della scena cvlt underground del Bel Paese arrivata ben al SECONDO episodio.
Combo con strani moniker, platterz con titoli demoniaci, battle hymns con più fuoco dentro del kebabbaro di Corvetto.
La PRIMA compilation fu un successo: Double Platinum in Messico, Korea e Mali, Gold Album in India e Los Angeles, Quattordici Grammi e almeno una tipa che ci ha chiesto l'amicizia su Facebook.
THIS IS MUSIC BIZ, BITCHES!
A 'sto secondo giro abbiamo pescato ancora più nel sangue, ci siamo sporcati il marcio, abbiamo sputato le mani, abbiamo seguito il Codice D'Onore della Strada, abbiamo invocato Odino che però non ci ha aperto e soprattutto abbiamo quasi messo insieme il coraggio di ordinare L'Uovo Dei Cent'Anni alla Trattoria Cinese di via Giordano Bruno (uno con tre forchette grazie).
A voi il risultato. 

Il menù di questo secondo, annunciato, successo commerciale prevede:
  • gothic doom death - Shores of Null progetto del nostro megafriend Davide Straccione già voce degli Zippo e mastermind del Tube Cult Fest che esce per Candlelight per la gioia di noi ragazzi degli anni '90,
  • doom strumentale - Mope bella gente di Eremite, Vanessa Van Basten, The Giant's Lab e Folagra,
  •  pop chirurgicoSurgical Beat Bros con i bellissimi batteristi di Mombu e Germanotta Youth che ci regalano un pezzo in anteprima,
  • psichedelia punkHartal!,
  • drogaHyperwulff ennesimo progetto di quel geniaccio di B. Pastina (ascoltate Graad e Marnero) con il truce Nicola alla batteria
  • crust-anti-life - Storm{O} uno dei dischi dell'anno, primi nella classifica di Tv Sorrisi ed Erezioni
  • doom black sperimentaleThe Haunting Green discone che stiamo ascoltando giorno e notte, fidatevi di chi ne capisce più di voi.
  • sottanza post RoadburnTerritori del Nord Ovest gentaglia di Isaak, Eremite, Vanessa Van Basten e Meganoidi, occhio ai portafogli. Qui tutto quello che c'è da sapere.
  • post rock psichedelico - Whales and Aurora grandissimi come sempre,
  • blackened doom - Naga andate a sentirli il 18 aprile al Tube Cult Fest,
  • waterboarding acustico fatto con tastiere giocattolo - AMA,
  • negritudinefreejazzbigbamboo - Kuru pezzo babbato dallo split 7'' con i Dead Neanderthal, 
  • dolore e acufeneSyk previously unreleased, come dicono i veri giornalisti. Grazie a quel maschione del Duca Conte, già terrorista con gli Psychofagist
  • post math rockThe Singer is Dead e qui si limona duro 
Prendetene e sballatene tutti.





1   Quiescent - Shores Of Null
2   D'istanti - Storm{O}
3   Hierophania - Naga
4   Requiem for a cream - Surgical Beat Bros
5   Albatros - Whales and Aurora
6   Obsidian - Syk
7   Hyperwülff - Hyperwülff
8   Our days in silence - The Haunting Green
9   Territori del Nord Ovest - Territori del Nord Ovest
10 AMA-DONNA STUPEFATTA - AMA
11 Fiume Asaro - Kuru
12 Doomed To Feed The Ground - Mope
13 Ogoniland - HARTAL!
14 Spiderman in Outer Space - The Singer is Dead

bonus

Grazie a tutti i gruppi e che hanno partecipano (le valigie con i soldi dei proventi arriveranno presto) e a quelli che supportano il Metal in tutte le sue forme. Fino alla XXXXL.

Monday, April 07, 2014

DEAD NEANDERTHALS / KURU SPLIT 7" alias SOFFIA QUI DENTRO

Le cose belle succedono per caso, dicono.
Beh, anche i disastri, diciamo noi.


Questo 7" che presto avrete fra le mani (lo ordinate QUI) nasce idealmente il 26 Giugno 2012 quando i Dead Neanderthals e i Maso (featuring exclusive illustrious beatifulz memberz of Kuru) suonano al SoloMacello Fest. Per una volta ci sentiamo più cupidi che cupi, insomma.

(A dire il vero neanche sappiamo se quel giorno si sono parlati o no, ma il giornalismo d'inchiesta è soprattutto invenzione, lo sapete tutti)

COMUNQUE CHISSENEFOTTE DA DOVE E' NATO IL TUTTO

La cosa importante è che il prestigioso Split 7" fra Dead Neanderthals, Signori Oscuri del FreeNoiseNoJazz olandesi, e i Kuru, Afro-trentini con una passione per i funghi, è finalmente disponibile.
E potete ascoltarlo IN ANTEPRIMA PLANETARIA, MA CHE DICO PLANETARIA, ITALIANA, solamente su SoloMacello.



Pare che l'associazione Amanti Italiani Del Sassofono (AIDS) abbia già scritto una lettera al Ministro Della Cultura per richiedere la distruzione di tutte le copie esistenti. Un motivo in più per farlo vostro.

Tuesday, April 01, 2014

CI TOCCHERA' ANDARE AL MARE a.k.a. IL CULTO DEL TUBO


Il 18 e il 19 Aprile il mondo si prepara a festeggiare, non si capisce bene perchè, la Resurrezione di Vostro Signore Gesù Cristo. Milioni di agnelli si cacano addosso in tutto il mondo e centinaia di chierichetti mettono le doppie mutande sotto la tunichetta.
A noi di tutto questo non ce ne frega un cazzo, chiaramente.
L'unica cosa che conta quel giorno è che c'è il TUBE CULT FEST a Pescara (Ok c'è anche la preview del SoloMacello Fest a Milano ma ora stiamo parlando della East Coast, pignoli del cazzo).
I nostri Sodali Del Metal hanno accettato, dietro ricompensa (dopo) e minaccia (prima) di rispondere ad alcune scottanti domande sul festival, il perchè sì, il perchè no e il dove cazzo.
Tutto questo per dire: secondo noi dovreste andare al festival, se potete.
Noi onestamente dell'Abruzzonon sappiamo molto, perchè è un posto dove c'è il mare e quindi teoricamente non ci andiamo: ma se ci viene in mente un motivo per trasgredire a questa nostra regola quello è il Tube Cult Fest.
I gruppi sono megapettinati: trovate tutto qui ma anche solo Whitehorse , Zippo, Naga e Mombo dovrebbero farvi tremare il culo.


(questa cosa della Regione Marche ce la ricordavamo)
(coglione, è in Abruzzo)
(ah OK comunque le chiappe tirano, lo lasciamo)

Ora stai per leggere l'intervista a Davide Straccione, che oltre ad avere un nome bellissimo organizza tutto 'sto ambaradan e canta pure negli Zippo e nei Shores Of Null che sono altrettanto pettynaty. Ecco, lui al festival ci viene di sicuro. Seguite il suo esempio.

Sei anni. Ne mancano solo 660 all'edizione più importante di tutte. Siamo certi che ci arriverete. Raccontaci un po' com'è iniziata e soprattutto perchè ma senza andare troppo lungo che poi ci si scalda la birra e raffreddan le tipe.
È iniziato tutto nel 2008, quando nella ridente Pescara sembrava si stesse muovendo qualcosa, ovviamente era solo un'illusione ma a me questo non me l'aveva detto nessuno. Organizzavo già da tempo concertini underground di musica diversamente leggera, e il fatto di suonare in una stoner band (gli Zippo) ha ingrossato quell'urgenza di creare un festival tematico a casa nostra, che ci facesse sentire un po' meno sfigati. Il TCF ha ospitato finora ottime orchestrine come Karma To Burn, Los Natas, Ufomammut, Kongh, Stonebride, Doomraiser, Last Minute To Jaffna, Valerian Swing, ecc, e la prossima edizione sarà una figata cosmica. Ho fatto più in fretta che potevo, spero tutto ok con birra e tipe.

Tutto ok grazie, non ci serve che un paio di minuti alla fine.
Qual è il gruppo che secondo te quest'anno tira giù tutto? Non ti preoccupare, gli altri non si offenderanno.

Senza offesa, ma credo che i Whitehorse faranno lo show più estremo che questa città abbia mai avuto il dispiacere di ospitare. Del concerto degli australiani se ne parlerà negli anni a venire, lo si racconterà ai nipotini, sarà usato come termine di paragone per tutti i concerti estremi da qui all'eternità. Il “Whitehorse” diventerà unità di misura per indicare l'intensità del suono, soppiantando l'obsoleto “decibel”. La soglia minima che i locali dovranno rispettare durante i concerti metal d'ora in poi sarà di 10 Whitehorse, equivalenti a 666 decibel.

Questa non è per niente un'idea del cazzo. Te la fottiamo. Occhio.
La domanda più banale di tutte: quale gruppo è il SOGNO DELLA VITA per il Tube Cult?

Ce ne sarebbero tanti, ma mi accontenterei dei Neurosis, la band più pettinata della storia. Ma anche Columbrum, o Masini Plays Kyuss.

Se parlassi al tuo te stesso di sei anni fa (oltre a dirci come fai: siamo pronti a pagare OK) cosa diresti? Non vale TAGLIATI I CAPELLI.
Dovrei parlare al mio me stesso di sette anni fa, perché come avrai notato il TCF ha saltato un'edizione, quella del 2013. Ovviamente gli direi “prima laureati e poi pensi alle valvole diddìo”. Ma temo che il mio me stesso di 7 anni fa lo prenderebbe come un effetto collaterale del fumo passivo derivato dalle sigarette simpatiche e ignorerebbe del tutto il messaggio.

Metalception

Siamo felici di constatare che anche tu consideri SIMPATICHE le sigarette wink wink nudge nudge say no more say no more.
Siamo stupidi ma non siamo scemi: sappiamo che spesso più si è lontani della provincia dell'impero e più è difficile organizzare le cose. E' proprio per questo che valgono di più. Seriamente, com'è la risposta "locale" dei Poveri Cittadini Ignari Del Metal? Vi rompono i coglioni? Sappiamo che spesso capita e speriamo non a voi. In caso abbiamo degli amici bikerz da prestarvi.

È proprio per questo che è nato il TCF, volevamo puntare i riflettori del Metal su Pescara, perché ero stufo marcio di sentire leghisti ubriachi dire “Oh sì, Pescara, nelle Marche vero?”, o peggio “di quanto sotto al Po?”, oppure leggere un lapidario “stoner rock from Pesaro” (in un flyer degli Zippo non ricordo dove), o ancora dover ripetere a tutto il mondo “200 km east of Rome, on the Adriatic coast”, ormai mi parte il messaggio preregistrato in growl, diobirichìno. Per fortuna a Pescara i Poveri Cittadini Ignari Del Metal stanno alla larga da certi localacci tipo l'Orange, per loro ci sono apposite aree recintate denominate Corso Manthoné e Via delle Caserme, dove pascolare liberamente e dove fare su e giù facendo versi caratteristici fino alle prime luci dell'alba. Per approfondimenti sui costumi del pescarese medio vi rimando qui: http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Pescara
C'è da dire amici miei che io provengo da un paese della provincia che a confronto Pescara è Seattle.

Secret show dei Columbrum? Eh? EH? EEEH?????
Stavo per strappare uno show in esclusiva mondiale ma il loro manager mi ha scritto che non suonano fuori dalla Norvegia. Neanche il pagamento in arrosticini di capretto sacrificale castrato è stato sufficiente a smuoverli dal loro trono.

Comunque fanno bene.
Ma senti, si magna pure? Entra per favore nel dettaglio del menu. La gente non capisce che rifocillarsi a dovere con trigliceridi, grassi saturi e l'occasionale pignatta di carboidrati è fondamentale per vivere al meglio l'esperienza del festival.

Presso l'Orange e il Maze si beve, in fondo gli Dei del Metal insegnano che ci si può nutrire di sola birra. Tuttavia basta girare l'angolo e avrete un'apparizione: Il Signore Delle Pecore (http://www.youtube.com/watch?v=LMTAupnQ7Gk). Dal Signore potrete gustare gli arrosticini, il cibo più rappresentativo della cucina tradizionale abruzzese. Se arriverete belando, sapremo dove siete stati. Abruzzo e pecore sono un connubio inscindibile, come dimostra chiaramente questa foto.
Se poi preferite assaporare animali più tradizionali oppure siete vegetariani, la zona pullula di ristori culinari di ogni tipo.

Porco o Cane?
Conosco un ristorante cinese che li fa buoni entrambi.



Monday, February 24, 2014

il CensiMetal - Columbrum



I fatti e le dichiarazioni vengono presentati senza alterazione o contesto.
SoloMacello non era purtroppo coinvolto negli avvenimenti al tempo del loro accadere e si riserva il diritto di pigliarvi a calci in culo se dite il contrario. Chiunque non diventi fan dei Columbrum è un fan di Enrico Ghezzi.

Hail Satana!
Hail Columbrum!





1. Perchè il Black Metal è il più importante genere musicale mai creato dal Signore degli Inferi?
Columbrum:
Poichè è l'unico mezzo per divulgare la somma parola del nero signore. L'oscurità avvolge l'abomino creato in terra, e noi attraverso le profonde parole di Columbrum combatteremo al fianco delle potenti oscure armate di Satana.


2. I 3 dischi Black Metal che vi hanno portato a vendere la vostra anima al Sommo Columbrum?
Cinghivm:
Immortadel, Carpaccian Forest, Anal Natrac.
Federeich: indubbiamente la discografia di Toto Cthulhugno
Simonhell: Immortadel, Sborofango, Raffaellà Carrhail.
Ruadolfo: Quando ascoltai per la prima volta lo split di Pippo Frank e Gorghoroth la mia vita cambiò.


Colui che siede alla sinistra dell'Oscuro Signore.
HAIL PIPPØ BAUDOOM!! HAIL COLUMBRUM!

3. Qual è la maglietta Black Metal più imbarazzante (e quindi la migliore) che avete mai comprato/dissotterrato/sudato E indossato?
Cinghivm:
Indossiamo rigorosamente solo magliette dei MEDIASETH comprate nel '89 nella nostra madrepatria Norvegia.

4. Che tipo di influenza ha avuto il Black Metal nei vostri rapporti sentimentali, vergini sacrificate comprese?
Ruadolfo:
IN NØRVEGIA I RAPPORTI SENTIMENTALI NON SAPPIAMO COSA SIANO. LA DONNA STA IN CUCINE E SE RIESCE AD USCIRE VUOL DIRE CHE LA CORDA E' TROPPO E' CORTA.



5. Il posto più strano dove avete sentito un disco Black Metal?
Simonhell:
NELLA PANCIA DI UN CANE A BERGEN, ERA IL LONTANO 1995 E GIA' BRUCIAVAMO CANI E CHIESE
Federeich: SANREMO 89

6. Qual è il concerto Black Metal migliore al quale siete mai stati?
Cinghivm:
i concerti sono mainstream, le band che suonano live non meritano di essere viste in quanto facenti parti di un complesso meccanismo di soldi. Abbiamo smesso di vedere concerti nel 91 circa, quel giorno decidemmo di fondare i Columbrum, a Oslo.

66. Cosa rispondevi a tua madre quando vi diceva "Cos'è sta merda Trve Norvegian Black Metal che ascolti?"
Cinghivm: L'abbiamo sacrificata quando avevo 12 anni perché era vergine, e Columbrum richiede vergini. Federeich: si ma prima ce la siamo scopata a cane.
Cinghvm: ricordi male, lo abbiamo fatto dopo, serviva una vergine per l'oscuro signore.

HAIL ALEISTER SCOTTY! HAIL COLUMBRUM!

666. Qual è il modo migliore di bruciare/profanare una stavkirke/moschea/sinagoga/cimitero?
Cinghvm:
basta entrarci. ogni volta che lo abbiamo fatto hanno preso fuoco.

666bis. Di che colore era il cavallo bianco di Quorthon?
Federeich:
non lo abbiamo mai preso in considerazione, in quanto svedese, quindi frocio.
Simonhell: noi parliamo solo Norvegese, ragioniamo solo in Norvegese e mangiamo come figli di puttana.


L'Oscuro Signore Columbrum si manifesta ai comuni mortali per essere adorato QUI



Thursday, January 23, 2014

Beppe Cripple e il Movimento Cinque Bastards in anteprima per voi REDUX


METALLARI, CALMA.
Ci hanno fatto più o meno gentilmente notare attraverso una serie di infarti e colpi apoplettici che il post sottostante ha generato un macello di proporzioni bibliche (Bibbia di Satana s'intende).
Su Facebook, eh?
Noi ci mettiamo anche tutto in tasca serenamente, non è la prima volta che ci danno dei "milanesi" e non sarà l'ultima.
Detto questo, poichè va esplicitato bianco su nero pare, eccola: "a SoloMacello i dischi dei Cripple Bastards piacciono, e sono sempre piaciuti".
Avere intervistato loro, la loro etichetta e averli fatti suonare al festival ci sembravano indicatori abbastanza chiari. Evidentemente no.
Ci piace anche Nero In Metastasi, che probabilmente è il loro disco più devastante e carico d'odio, e quindi bello. Ehi, abbiamo deciso di farci un post! 
Ci hanno accusato di complottone (sa gesùcristo poi perchè), di colpo basso premeditato (sa gesùcristo poi perchè), ci hanno dato dei mezzi uomini (no, questo è vero).
La verità è che -lo diciamo una volta per tutte ma anche per l'ultima, ascoltate bene- non c'è un bel cazzo di niente dietro questo post. Liberi di inventarvi chissà che cosa. 
Non c'è voglia di sputtanare nessuno.
Al limite, come molti hanno capito, la semplice voglia di uscire dal solito schema delle recensioni scritte in mezzo ascolto del disco: tanto i dischi metal sono tutti BRUTALI E DISTRUTTIVI. 
C'è il nostro solito umorismo di merda, nero e appositamente/umoristicamente sopra le righe. A qualcuno fa ridere, a qualcun altro no. Giusto così. Però non pensavamo di doverla spiegare. 
Ora l'abbiamo spiegata.

***********

Da quanto Peppe Grillo è stato così gentile da insegnarcelo, abbiamo imparato (e stiamo cominciando ad applicare a buco di culo, come i suoi seguaci) che è meglio cercare sempre di varcare la soglia della prima impressione, mettere in discussione le cose, non fermarsi a quello che la Ka$ta ti racconta. Perchè spesso la verità è nascosta, il marketing trionfa e tu te la pigli nel culo senza neanche sapere perchè (o, peggio, di chi).
E noi, ormai illuminati dalla sapienza di Santissimo Peppe Apritore Di Occhi E Cervelli, quando ci è arrivata la cassa di Möet(orhead)&Chandon con dentro il disco nuovo dei Cripple Bastards abbiamo subito sentito che c'era qualcosa sotto. A quel punto avevamo due strade: la prima era invitare i più intelligenti del nostro corso di Taglio e Cucito Metal e intavolare una discussione per capire quali potessero essere i punti oscuri e nascosti, la seconda era uscire a bere e registrare tutto dalla sesta boccia in avanti, quando ci sarebbe venuta l'illuminazione.
Sorprendentemente abbiamo scelto la prima, ma ci siamo rotti il cazzo dopo 5 minuti e quindi siamo passati alla seconda. Dimostrazione che moderarsi non paga, perchè fra la nona e la decima di Braulio che finiva nella campana del vetro (RICICLATE SEMPRE) abbiamo capito quale fosse il particolare che non ci tornava, come il fotogramma in cui al tipo che dice che è andato sulla luna si vede la stringa slacciata OOOOH GUARDA CHE NON CI FREGHII!!1!!1!!1 SVEGLIA!!1!1!!!
E cioè?
Nero In Metastasi esce il 14 Febbraio
IL DISCO PER IL QUALE I CRIPPLE BASTARDS CI HANNO FATTO ATTENDERE ANNI ESCE IL GIORNO DI SAN VALENTINO. 
Può essere una coincidenza? Naaah.


Abbiamo quindi assunto molte droghe e guardato Il Mago Di Oz sincronizzato coi Pink Floyd per capire dove stesse l'inghippo, ma ci siamo accorti che avevamo sbagliato film e disco. Questo ci ha portato alla prima scoperta: Il Mago Di Oz e i Cripple Bastards non c'entrano un cazzo. Con l'aiuto di molte altre droghe abbiamo sviscerato i testi e la musica di Nero In Metastasi e piano piano il mistero si è svelato: i Cripple Bastards hanno scritto un concept album sull'amore.
O, detta più prosaicamente, la storia di un tipo che inizialmente ha un tremendo bisogno di svuotarsi i coglioni, ma poi s'innamora.
E siamo pronti a dimostrarvelo, con l'utilizzo malizioso e completamente asservito alla nostra teoria di estratti dai testi. Parole alle quali abbiamo deciso di alterare arbitrariamente il significato per piegarlo a questa idea del cazzo che ci siamo messi in testa per non dover scrivere la solita recensione che dice che è il disco è, a scelta, "brutale", "devastante", "un massacro", "pieno di odio".
E quindi anche a voi l'interminabile saggio track by track, inventato di sana pianta e completamente superfluo nella comprensione dei contenuti del disco, ma sicuramente molto più divertente e interessante di ogni altra recensione che leggerete.

Squillino le trombe
Trombino le squillo
SIGNORI E SIGNORI,
SOLOMACELLO'S CRIPPLE BASTARDS TRACK BY TRACK IN THE NAME OF LOVE EXTRA-LONG SUPER FEATURE!

MALATO TERMINALE
Di cosa sarà mai malato il caro Donny (ci siamo anche presi la briga di dargli un nome), il nostro protagonista? Eccerto: di figa.
"Vivi ma non senti la vita" - "Vita" nel senso di zona pelvica chiaramente
"Gradazioni di colore che si staccano" Di bianco, dal Kleenex
"Proiettato su un letto" Questa si spiega da sola



FUMO PASSIVO
"Quando parli penso al fumo passivo" ovvero Donny vorrebbe avere un vizio ma ce l'ha qualcun altro e lui sta solo male
"Dimmi quanto vali come amico" = NON TE LA DARA' MAI.
Donny non ha molte speranze, sembra.

STRAGE DI OSTACOLI
"E' l'estasi di chi spara nel mucchio" / "Se un flusso vitale è irrilevante"
Il tipo ha veramente i coglioni gonfi e ha bisogno di fare all'amore, e per allentare la pressione si smanubria continuamente. Tant'è che la canzone finisce con "Non ha uno scopo nè una bellezza"
EH, MA DAI?

REGIME ARTIFICIALE
"Nel completare i tuoi intrattenimenti mi immergo tra le schiere del terziario più scadente"
Altrimenti detto: Donny è schiavo dei Tumblr coi pornazzi.

LAPIDE RIMOSSA
"Siamo stati fratelli sotto una lapide rimossa"
Evidentemente Donny non è l'unico dei suoi amici a non conoscere l'amore. Mal comune mezzo gaudio, ok. Ma questo deve scopare.

PROMO-PARASSITA
"Promoter e puttane, è qui che si entra in gioco"
Concertino + PutanTour TAAAAAC

SOGGETTO LEUCEMICO
"Assuefatto ad ambizioni represse"
Lo zio Donny sta perdendo la speranza

10 PASSI FALSI
"Spacciava imitazioni di se stesso"
La storia delle seghe continua più brutale che mai. Quanto seme sprecato. A Gesù dispiace.

OCCHI TRAPIANTATI
"Siamo due opposti che bilanciano il male"
Comincia il corteggiamento. O meglio, l'avvicinamento.
La buona notizia è che la tipa della quale è innamorato è mezza cieca. BENISSIMO! Basta lavarsi. Donny non è un adone, tra l'altro. Bene così. 

ANIMA IN DISGREGAZIONE
"Piangi in sua presenza, non sai come dirglielo"
Finalmente Donny ha fatto un passo avanti. Si caca sotto, ma ha fatto un passo avanti. Sta per dichiararsi, sta per dichiararsi!

SENZA IMPRONTE
"Neve eterna senza impronte"
La bellezza del primo bacio. E' evidente che la tipa c'è stata perchè nessun rincoglionito che non sia innamorato scrive poesie del genere.

UN NEMICO A TERRA
"Sai chi hai davanti - per quanti anni subirai / Non frana come il tuo ingrassare frenetico"
La storia d'ammore si trasforma subito in routine. La tipa ha messo 30kg in due settimane.

L'APICE ESTREMO
"Promette di sopprimerti, finisce supplicando"
L'amore non è bello se non è litigarello

SCONFITTO DI RITORNO
"Inquadrato in un lavoro qualunque, forse proprio in divisa da ufficio" / "Ora sei costretto a rientrare dall'unico angolo su cui hai una platea"
Gli amici di Donny cominciano a incazzarsi che al calcetto del giovedì continua a tirar pacco per stare con la tipa

AGONIA DI UN RIENTRO FORZATO
"Eri sparito da un'eternità ma ora a nessuno interessa quanto sei deteriorato"
Finalmente la coppia, invecchiata e maturata, ha ritrovato il proprio equilibrio. Il calcetto del Giovedì è ormai fuori discussione a causa delle giunture, ma un pokerino non glielo leva nessuno. Friends Will Be Friends.

MARCATORI POSITIVI
"Terapia di mantenimento"
Che bello invecchiare insieme! Gli anni azzurri sono i migliori.

SPLENDORE E TENEBRA
"Dal profondo degli occhi"
Qui lasciamo la parola allo Straniero del Grande Lebowski (il tipo col completo da Cowboy, se sei un ignorante):
"È stata una bella storia, pulita. Non vi sembra? Mi ha fatto proprio ridere. Almeno in certi punti. Mi è dispiaciuto che Donny se ne sia andato. Ma, d'altra parte, ho saputo che c'è un piccolo in arrivo. Credo che sia questo il modo in cui la dannata commedia umana procede e si perpetua. Di generazione in generazione, la carovana che va ad ovest attraverso il deserto, nel tempo, fino a... ma guarda un po', ho ricominciato a vaneggiare!"

MORTI ASINTOMATICHE
"Contando i giorni di assenza"
E poi lei crepa e lui rimane vedovo. E' pur sempre un disco dei Cripple Bastards.

FATE GIRARE!!1!1!!!1!

Monday, January 20, 2014

RECENSISCIMI 'STO CAZZO aka TRUCKFIGHTERS "Universe"



Come al solito facciamo il giro lungo e un attimo prima di arrivare ci accorgiamo che c'era una scorciatoia semplicissima che ci permetteva di metterci molto meno tempo e in più lungo la strada c'era anche un camioncino col lampredotto.
C'era questa recensione incensante del nuovo album dei TRUCKFIGHTERS che onestamente era anche un po' un pippone interminabile che avevamo scritto e che non leggerete mai.
Ma poi.

Innanzitutto però: settimana prossima esce il nuovo disco dei TRUCKFIGHTERS intitolato "Universe".
I Truckfighters se non li conoscete sono un gruppo svedese di ex-allievi del conservatorio che ha una storia molto particolare: il giorno prima degli esami finali per diventare Laureati Al Conservatorio (non sappiamo che cazzo di titolo ti dia) stavano andando a pattinare sul ghiaccio quando la loro macchina s'è ribaltata, loro hanno sbattuto la testa e si sono dimenticati tutto quanto. Neanche più il giro di DO sapevan fare. Allora hanno pensato che invece di ricominciare da capo -considerando che si ricordavano che al Conservatorio non si rimorchiava granchè- tanto valeva fottersene di tutto quello che avevano imparato e mettersi a zappare a più non posso. Hanno accatastato sedici amplificatori e via che si va. E sono diventati un gruppo pettinatissimo.



Insomma la recensione ripercorreva in 18 milioni di battute la storia dei Truckfighters addentrandosi in un'analisi traccia per traccia del nuovo album.

Un secondo prima di rileggerla però abbiamo visto questo video e abbiamo pensato che niente esprima meglio l'essenza dei Truckfighters.
Per cui ecco la nostra recensione di UNIVERSE:



VOTO: SE MIO NONNO AVEVA LE RUOTE ERA UN AMPLIFICATORE